Realizzare un bel giardino intorno ad una bella casa magari in campagna o comunque in periferia è da sempre un sogno ricorrente, ma a volte capita che il terreno che circonda l’immobile non sia dei migliori.

Capita infatti spesso che il terreno che si trova dietro o davanti alla casa sia troppo scosceso o degradi in maniera troppo evidente per poter realizzare un classico giardino, quindi o si rinuncia alla realizzazione di un bel giardino oppure bisogna optare ad una soluzione a terrazze. Questa realizzazione può essere molto impegnativa, ma di certo il risultato che si può ottenere non avrà nulla da invidiare ai classici giardini, anzi a volte risulterà molto più suggestivo e particolare.

Progettazione

Come prima cosa da valutare nel voler realizzare un giardino a terrazze è il dislivello del terreno, perché da qui si dovrà decidere quanti livelli di terrazzamento si dovranno fare.

Una volta deciso questo, si deve capire come unire un livello con l’altro; le soluzioni che di solito si utilizzano sono due: si possono unire i diversi livelli con delle scale oppure con dei camminamenti. Questa decisione il più delle volte però è guidata dall’altezza dei livelli. Con terrazzamenti che hanno poco dislivello i camminamenti sono consigliati, mentre con dislivelli importanti le scale sono l’unica cosa che si può applicare.

Materiali

Quando si decide di costruire un giardino a terrazze, si deve fare attenzione anche ai materiali che dobbiamo usare, di solito si fa riferimento anche allo stile della casa. Infatti, se abbiamo una villa moderna, di certo i materiali da usare possono essere cemento magari verniciato dello stesso colore dei muri della casa o magari ricoperto con del porfido.

Se la casa, invece, è prettamente rustica, di certo i terrazzamenti andranno fatti di pietra o di legno così da restituire al giardino la stessa linea della casa.

Se poi magari vogliamo andare su un giardino più particolare o in stile zen, anche le pietre di tufo non sono da sottovalutare.

Realizzazione

Una volta decisi i materiali e approvato il progetto più congeniale e che si adatta meglio alla casa, si procede a realizzare i terrazzamenti. Come prima cosa bisogna realizzare le sponde che andranno a sostenere la terra, una volta finito questo procedimento si dovranno riempire tutti gli spazi costruiti con della terra. La scelta della terra molte volte va fatta a seconda delle piante che andranno poi messe sul giardino. Infatti il giardino può essere semplicemente un prato o magari può essere abbellito con piante ornamentali, con piante sempreverdi o con un orto botanico. A seconda di quello che si andrà a piantare, si sceglierà il tipo di terra più adeguato. Una volta messa la terra, si consiglia sempre di aspettare un paio di settimane in modo da far stabilizzare il tutto e casomai aggiungere terra se il livello si dovesse abbassare.

Una volta raggiunto il livello giusto, si può andare a piantare le piante che si erano pensate per il giardino, da questo momento inizia il vero e proprio giardinaggio.

Nella realizzazione del giardino a terrazze, si può anche decidere se durante la realizzazione predisporre anche una tubazione che poi sarà utile per poter realizzare un impianto di irrigazione automatico o magari se si volesse aggiungere una semplice fontana sul giardino per fare un gioco d’acqua. Da non sottovalutare, durante la predisposizione dell’impianto elettrico, che i giardini illuminati hanno sempre quel tocco di eleganza in più.

Veronica Martini
Classe '82, Maturità Scientifica. Ho frequentato l'Accademia di Belle Arti e Scenografia Teatrale. Le mie passioni più grandi sono gli animali, la moto, il mare, il découpage e l'exterior design.