La conservazione degli alimenti è un momento molto importante in cucina dal momento che molti cibi sono facilmente deperibili e tendono a rovinarsi facilmente.

Pertanto è necessario imparare a conservarli al meglio per preservarne tutte le caratteristiche e non arrecare danni all’organismo.

L’importanza di un buon congelatore

Una delle tecniche più utilizzate per conservare alimenti a lungo termine è il congelamento. Quest’ultimo viene spesso praticato in casa e consiste nel conservare un alimento abbassandone la temperatura per non alterarne le proprietà. Con l’abbassamento della temperatura, dunque, l’acqua contenuta all’interno si solidifica.

Tuttavia è bene tenere presente che questa tecnica non impedisce ai cibi di deperire ma permette che lo facciano in modo più lento così da poter consumare l’alimento più tardi. Generalmente per congelare un alimento bisogna portarlo al di sotto di una temperatura compresa tra -18 e -25°C.

Oltre a questo tipo di congelamento che viene chiamato lento, c’è anche il congelamento rapido: esso comprende una temperatura tra i -30 e -50°C e viene più comunemente denominato surgelamento.

Per congelare un alimento bisogna essere dotati di un freezer in cui la temperatura sia compresa tra i -18 e -25°C.

Quali sono le diverse tipologie di congelatore

Al giorno d’oggi in commercio esistono diverse tipologie di congelatore che variano in base alla forma, alle dimensioni e alle diverse esigenze.

Uno dei freezer più comuni è quello verticale. Generalmente esso ha dimensioni piuttosto ampie ed è adatto a conservare una grande quantità di cibo dal momento che assomiglia ad un comune frigorifero con la peculiarità di congelare. Il freezer verticale inoltre consente di avere immediatamente una visuale dettagliata di tutti i prodotti al suo interno ma al tempo stesso può disperdere il freddo.

Un altro freezer abbastanza comune è quello a pozzetto. Anch’esso è molto capiente e a differenza del primo tende a disperdere meno freddo. Tuttavia tale tipologia di freezer non è adatta a tutte le case poiché è piuttosto ingombrante e non permette di avere una visuale minuziosa dei prodotti contenuti all’interno.

La tipologia senza dubbio più diffusa è il congelatore in combinazione con il frigorifero. Esso si trova in tutte le case poiché è situato all’interno del frigorifero, ma di solito è di dimensioni molto piccole e non è l’ideale per chi deve conservare molto cibo.

Quali alimenti si possono congelare

Ci sono tantissimi cibi che possono essere congelati ma bisogna farlo in maniera corretta. Ecco alcuni semplici consigli da seguire.

La carne deve essere tagliata a pezzi, avendo cura di eliminare il grasso ed eventuali parti inutili.

Per quanto riguarda il pesce, invece, bisogna fare attenzione a congelarlo quando è ancora fresco, dal momento che tende a deteriorarsi con estrema facilità. È bene tenere a mente che più il pesce sarà magro, più si conserverà in modo ottimale.

Inoltre è possibile anche congelare la verdura e la frutta. La prima deve essere bollita e poi fatta raffreddare nell’acqua mentre la frutta deve essere ben lavata e pulita utilizzando un panno oppure l’acqua corrente.

Ciò che si presta ad essere congelato con più facilità è il pane e tutti i prodotti impastati come la pizza e la pasta frolla: essi infatti si congelano facilmente e una volta scongelati appaiono quasi identici.