Al giorno d’oggi i profumatori per ambienti rappresentano un accessorio molto diffuso nelle case.

Molti di essi non conferiscono un buon odore alla propria abitazione, ma si prestano anche ad essere dei semplici ed eleganti complementi d’arredo.

Profumatori per ambiente: l’importanza del profumo in casa

Avere una casa pulita, in ordine e profumata è il sogno di tanti. Purtroppo però molto spesso gli odori della cucina, del bagno o altri odori provenienti dall’esterno possono rendere l’ambiente tutt’altro che profumato.

In commercio esistono diversi tipi di profumatori per ambienti, che possono essere utilizzati a seconda delle esigenze e delle possibilità. Ci sono infatti diversi modi per profumare la casa anche in maniera economica.

Ciò che conta invece è scegliere la fragranza più adatta all’abitazione: il profumo, infatti, non deve essere scelto solamente in base alle proprie preferenze olfattive, ma deve adattarsi al tipo di ambiente in cui verrà utilizzato.

Quale tipo di profumatore per ambienti scegliere

Tra quelli più diffusi spiccano le candele profumate. Esse, infatti, sprigionano nell’aria una gradevole e lieve fragranza, non eccessivamente forte, che tende a svanire quando la candela viene spenta. Tuttavia non sono adatte per gli ambienti troppo grandi perché il profumo potrebbe non sentirsi e sono sconsigliate anche in ambienti troppo ristretti, perché tendono a consumare l’ossigeno.

Un altro modo per avere un buon odore in casa è usare i bastoncini di legno. Questi ultimi vengono immersi all’interno di una fragranza liquida e poi rovesciati per regalare un’ottima profumazione in casa.

Un odore intenso lo conferisce anche l’incenso: si tratta di bastoncini che, bruciando, emanano un odore avvolgente all’interno degli ambienti dell’abitazione.

Chi preferisce qualcosa di più forte e intenso può utilizzare i profumatori per ambienti spray: essi sono acquistabili nei negozi specializzati in articoli per la casa e diffondono un profumo persistente ad intervalli regolari. Essi sono adatti ad esempio in cucina o in bagno, in cui c’è più bisogno di coprire i cattivi odori. Oltre a quelli automatici, ci sono anche i profumatori spray che possono essere nebulizzati all’occorrenza.

Quali fragranze scegliere in base alla stanza

Per scegliere profumazione giusta per la casa bisogna individuare prima l’ambiente in cui essa andrà collocata. Non tutte le fragranze infatti sono uguali, ma ognuna ha le proprie peculiarità e il proprio tratto distintivo.

Chi vuole disporre il profumatore in cucina potrà scegliere note agrumate e fruttate, decisamente intense e di carattere. È bene quindi optare per l’arancia, la cannella, il pepe nero oppure la liquirizia. Lo stesso vale per la sala da pranzo, ambiente nel quale si svolge gran parte della giornata.

Per il bagno invece è consigliabile optare per fragranze rilassanti e rinfrescanti, che rimandano al mare e alla leggerezza. Via libera dunque al muschio bianco, al talco e al lino.

In camera da letto e in soggiorno, invece, è possibile optare per fragranze più dolci e romantiche come ad esempio la vaniglia, l’uva fragola, il melograno, ma anche il patchouli.

Naturalmente le profumazioni devono essere gradevoli per gli abitanti della casa e non risultare stucchevoli.