Novembre e dicembre sono considerati due mesi spesso poco proficui a livello di coltivazione, ma in realtà ci sono molte piante che devono essere piantate in questo periodo per poter dare il meglio al momento della maturazione.

Cosa piantare a novembre

Gli ortaggi da piantare in questo periodo non sono moltissimi e non serve a molto cercare di far nascere piantine da seminare. Tuttavia, questo periodo si presta bene all’interramento di bulbi come aglio e cipolle. Nonostante tutto, novembre è il momento ideale anche per piantare fave e piselli, entrambi legumi molto resistenti al freddo.

All’interno di coltivazioni protette come i tunnel freddi puoi ancora seminare insalate (come il songino) o spinaci, ma molto dipende anche dal clima della zona. Come semina, novembre è un mese un po’ povero, anche se i compiti da svolgere per proteggere l’orto e prepararlo all’anno successivo sono molti. Inizia partendo dalla protezione delle piante dal freddo e prepara il terreno con prodotti e concimi naturali.

Fave e piselli possono essere tranquillamente piantati per essere raccolti in primavera. Preferisci piselli a seme liscio e fave tardive. Se il freddo non è ancora molto pesante, puoi ancora tentare di piantare cime di rapa, lattughini o spinaci, facendo attenzione a proteggerli con un telo durante la notte. In coltura protetta carote, rapanelli e insalate possono essere tranquillamente piantati a novembre.

Cosa piantare a dicembre

Se novembre è un mese un po’ “povero”, dicembre, invece, offre diverse piante da seminare, anche se magari sembrano lontane da quelle più conosciute.

In casa o in serra puoi sbizzarrirti con pomodori e cavolini di Bruxelles, specie se stai trattando piantine già abbastanza sviluppate.

In giardino e all’aria aperta, invece, sono diverse le piante ornamentali perfette per questo mese. Alcune viole o eriche fioriscono soltanto in questo periodo, con le temperature più fredde. Nelle zone con climi più miti, come il Sud Italia si possono piantare anche alberi da fiore e attendere qualche mese per avere l’esplosione della fioritura.

Nell’orto, a dicembre, possono essere piantati lamponi, lenticchie, mirtilli, carote, prezzemolo e scalogno. Tutte queste piante resistono abbastanza bene al freddo e puoi scegliere sia di trapiantare oppure di partire dal seme.

Alcune semine devono iniziare in serra per poi procedere al trasferimento delle piantine nella terra quando avranno un buono sviluppo. Aglio, cicoria, fave, rape e spinaci sono alcune di queste piante che devono iniziare a crescere in serra prima di arrivare all’aria aperta.

La semina nell’orto è consigliata nelle zone che non patiscono inverni troppo freddi, con gelate tardive o assenti perché il freddo può ritardare la germinazione e danneggiare i piccoli germogli. Se stai pensando di seminare sul campo, meglio scegliere di farlo in una serra oppure proteggere il terreno con teli appositi.

Nonostante ci sia poco da piantare, anche a dicembre ci sono molte cose da fare nell’orto e nel giardino, come la concimazione del terreno, la pulizia dalle foglie secche, gli interventi sulle piante per proteggerle dal freddo con teli o somministrazione di potassio. Se nella tua zona nevica molto, ricorda di scuotere i rami delle piante e degli alberi per evitare che possano spezzarsi a causa del peso.