Prima o poi ognuno di noi si troverà a dover sopravvivere ad una ristrutturazione. Prima o poi un nostro familiare sottolineerà il bisogno di rinnovare il bagno, la cucina, una camera,  il pavimento o un balcone e in poco tempo la vostra casa diventerà un campo di battaglia. Alla fine dei lavori vi troverete davanti a un compito davvero ingrato: quello di ripulire la casa dai residui delle lavorazioni e dalla polvere che nel tempo ha continuato ad accumularsi. La domanda da porsi è: c’è un modo per evitare di sporcare troppo la casa e magari rovinarne le superfici durante una ristrutturazione?

Aiutati dagli esperti di una ditta di pulizie, che di pulizie post-ristrutturazione se ne intende, vediamo qualche utile consiglio per proteggere noi e la nostra casa dall’invasione.

Protezione delle superfici e delimitazione dell’area di lavoro

Togli tutto il possibile dalla stanza o le stanze che saranno oggetto della ristrutturazione: armadi e mobili molto pesanti possono essere portati in una zona in cui non intralceranno i lavori.

Innanzitutto, richiedi alla ditta che si occuperà della ristrutturazione se si occuperà di proteggere i pavimenti e le superfici delicate della casa con teli o apposite coperture e di delimitare le aree di lavoro per evitare che polvere e residui di lavorazione siano liberi di entrare in qualsiasi zona della casa.

Qualora la ditta non si occupi di farlo, procurati teli e protezioni più pesanti per i mobili come vecchie lenzuola o coperte e procedi a proteggere pavimenti e mobilia prima dell’inizio dei lavori. Procurati un nastro carta di dimensioni diverse per proteggere il battiscopa e le prese di corrente e per assicurare bene le protezioni sui mobili. Se ci sono armadi o mobili con oggetti dentro, usa con attenzione il nastro carta per chiudere ogni possibile apertura che lasci passare polvere e rovini le tue cose.

Può essere saggio, inoltre, delimitare la zona dei lavori con un telo che scende dal soffitto o dall’architrave della porta, dopo che questa sarà stata smontata, sigillato ad un lato e chiuso con una cerniera adesiva nel lato opposto per permettere l’entrata. Troverai tutto il necessario nei negozi di bricolage.

Pulizie di sgrosso al termine di ogni giornata lavorativa

Ci sono alcune ditte, inoltre, che si occupano a fine giornata di pulire le superfici sulle quali hanno lavorato: se la tua è una di queste procurargli il necessario per farlo, come scopa e paletta e un secchio. Esistono delle particolari aspirapolveri adatte ad aspirare i residui di lavorazione, liquidi e solidi. Chiedi alla ditta se ne è in possesso oppure informati se è possibile noleggiarli nella tua città. Sono molto comodi ed utili.

Nel caso in cui non siano loro ad effettuare queste pulizie di sgrosso, dovrai pensarci tu. Questo è molto importante per evitare un accumulo di materiale di scarto, polvere e residui di lavorazione.

Tieni ben arieggiati i locali, se possibile anche durante i lavori. Altrimenti, appena terminati, ricordati di aprire le finestre per permettere all’aria di circolare.

Questi piccoli accorgimenti ti aiuteranno ad essere ben preparata al momento dell’inizio dei lavori e cercare di vivere con più rilassatezza questi momenti stressanti.

Lorenzo Marchi
Classe 1984, diploma Geometra, laurea in Matematica. Blogger su rivistacase.com, da sempre attratto dai lavori in casa, edilizia e manutenzione della casa. Passo il tempo a informarmi, nuotare e fare foto ai paesaggi salentini.