Quando si acquista una nuova lavatrice, magari di ultima generazione e con molte funzionalità, può capitare di andare in confusione a causa di tutti i simboli riportati sul frontespizio.

La scelta migliore sarebbe consultare il libretto delle istruzioni in dotazione con l’elettrodomestico, ma, in caso di perdita di questo, ecco una breve guida con il significato dei simboli.

I simboli principali sulla Lavatrice

COTONE
Può essere rappresentato dal fiore di cotone o da una T-shirt. Generalmente si usa la temperatura a 40°C per le magliette e 60°C per asciugamani, lenzuola e strofinacci bianchi.

SINTETICI
È un triangolo aperto in alto e richiama la provetta per gli esperimenti chimici. Viene utilizzato per lavare capi in poliestere.

LANA
Il gomitolo o il Woolmark (tre gomitoli uno accanto all’altro) indicano che si deve utilizzare questo programma per lavare capi in lana.
Accanto a uno di questi due simboli, è possibile trovare anche una bacinella con una mano al suo interno: questo vuol dire che sono capi che andrebbero lavati a mano. È un programma che richiede acqua fredda.

SETA
Una farfalla indica il lavaggio delicato della seta. Anche i capi di questo tessuto richiedono una temperatura fredda.

CAPI SPECIALI
Alcune lavatrici hanno un simbolo per ogni capo speciale che comprende: piumini, camicie, jeans, intimo, piumoni e indumenti per neonati. La temperatura adatta a questi lavaggi è specificata sull’etichetta di ogni capo.

LAVAGGIO A FREDDO
Un fiocco di neve indica il lavaggio a freddo e può essere accompagnato dalla bacinella del lavaggio a mano.

CICLO RAPIDO
Un orologio con tre linee orizzontali al suo lato indica un ciclo veloce, per capi poco sporchi.

CENTRIFUGA
Una spirale indica la centrifuga. Maggiori saranno i suoi giri, maggiore sarà la sua potenza.

I simboli sull’etichetta del capo

Prima di mettere un capo a lavare bisogna leggere attentamente l’etichetta presente al suo interno per evitare di rovinarlo. Su ogni etichetta, infatti, sono rappresentati i simboli che spiegano: nome del fabbricante, composizione del tessuto e modalità di lavaggio e asciugatura.

Alcuni capi non possono essere lavati in lavatrice e ciò viene segnalato con una bacinella piena d’acqua sbarrata o con una mano al suo interno.

Per i capi lavabili in lavatrice, la stessa bacinella contiene al suo interno due numeri che rappresentano la temperatura massima da utilizzare nel lavaggio. Alcune volte, invece dei numeri possiamo trovare dei pallini, che svolgono la medesima funzione: un pallino corrisponde ad un massimo di 30°C, due ad una temperatura non superiore ai 50°C e tre indicano che è possibile utilizzare acqua calda, quindi a partire dai 60°C.

Le strisce orizzontali sotto la bacinella indicano che il tessuto è delicato: più ce ne sono, più il capo necessita di attenzione.

Il simbolo del triangolo indica l’uso della candeggina: quando è sbarrato la candeggina non può essere utilizzata.

Il cerchio dentro un quadrato riguarda l’asciugatura. Se è sbarrato, significa che il capo non può essere messo nell’asciugatrice.